Da una terra di lava e metalli pesanti può sbocciare anche un fiore delicato. Sembrano parlare e sussurrare proprio queste parole i lavori di Ernesto Terlizzi, in mostra a Matera dal 30 settembre al 16 ottobre negli spazi di Arti Visive Gallery di Via delle Beccherie 41. Intensi e minimali, agghiaccianti e così pieni di vita le opere che insieme compongono “Fiori di terra e di fuoco” il percorso espositivo a cura di Lorenzo Canova. Si tratta di 22 lavori di differente formato ma con un comune denominatore: sono tutte realizzate su un supporto di cartone riciclato.
Così Terlizzi rielabora il ready made, assemblando parti a vista di materiali di scarto con elementi pittorici e segni, graffi, scavi nella materia che da inerte e indifesa subisce una trasformazione. È come una terra che sanguina, livida, anche fremente dalle percosse continuamente subite eppure guerriera, ancora pronta a combattere per ripulirsi, rigenerarsi e generare nuova vita.
«Lo sguardo critico dell’artista- scrive Canova-  sembra dunque una sorta di lama affilata che incide i suoi cartoni, li disseziona e li ricompone in uno scabro e sontuoso discorso sul limite che separa pittura, disegno, scultura e installazione. L’artista, con una modalità pienamente contemporanea segue e sfrutta le conformazioni ready-made dei cartoni, le loro ondulazioni, le loro scritte stampate, le loro colorazioni, dal bianco all’ocra e le usa per dare spinta cromatica e vigore alla sua visione pittorica. Le opere di Terlizzi sono cosi arate e segnate come terre riarse dal fuoco e avvelenate dall’inquinamento, le pieghe del cartone si fondono ai fogli di metallo divorati dalla ruggine, alle macchie, alle sporche rugosità dei bianchi e agli ombrosi fremiti del nero »
Ad aprile 2018 la mostra si sposterà a Cracovia, in Polonia, ospitata dall’Istituito italiano di cultura. In catalogo, oltra ai testi del curatore, ad arricchire ulteriormente la presentazione del percorso ci sono gli scritti di Raffaele Nigro e dei giornalisti Erminia Pellecchia e Paolo Romano.
Salernitano, Terlizzi, dopo un percorso di studi all’Accademia di Belle Arti di Napoli, fa da subito sentire la sua presenza artistica in ambito nazionale e poi internazionale, con numerose mostre personali e collettive. Tra le mostre personali si ricordano: Firenze 1979 Galleria inquadrature; Napoli 1980 Galleria S. Carlo; Bergamo 1981 Galleria Fumagalli, Venezia/Mestre 1985 Galleria Plus Art, Spoleto 1986 Studio Emanuela Duranti; Napoli 1989 Istituto Francese Le Grenoble; 1990 Macerata Museo Comunale; 2010 Roma Galleria Consorti e 2013 Studio S; Gazoldo Degli Ippoliti (Mantova) 2012 Museo d’Arte contemporanea; Ferrara 2013 Galleria del Carbone; Milano 2014 Spazio Tadini.
È stato presente per varie edizioni nei più prestigiosi Premi italiani e nel 2011 è stato invitato ad esporre nella mostra “Lo Stato dell’arte in Campania” all’interno della 54esima Mostra internazionale d’arte contemporanea di Venezia.

Fiori di terra e di fuoco
Arti Visive Gallery
via delle Beccherie 4, Matera
dal 30 settembre al 16 ottobre
orari: dalle 18.00 alle 21.00 o su appuntamento
contatti: 3403049740 oppure 0835/385641
In foto, particolare di un’opera in mostra