Napoli al tempo del fascismo. E’  la nuova inchiesta della scuola di giornalismo “Suor Orsola Benincasa”. A presentarla,  mercoledì 30 novembre, alle 12, sarà Paolo Mieli, che l’ha fondata, nel 2003, insieme al rettore Lucio d’Alessandro.
Dopo i precedenti lavori sul caso Leone,
sulla Napoli ai tempi del colera, sul terremoto del 1980, sul caso Tortora, e sulla Napoli di Lauro e poi dei Viceré,  i giovani giornalisti si misurano ora con la ricostruzione giornalistica di una delle stagioni più controverse della storia quando libertà di stampa e informazione furono fortemente compromesse.
Con Mieli e D’alessandro interverrano, il presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli e il direttore della Scuola di Giornalismo “Suor Orsola Benincasa” Marco Demarco.
La scuola di giornalismo del Suor Orsola
ha già realizzato sei importanti volumi di inchieste storico-giornalistiche. Eccone i titoli: Giovanni Leone: un caso giornalistico degli anni ’70 (Biennio 2003-2005) ; 1973: Napoli al tempo del colera (Biennio 2005-2007) ; Terremoto e trent’anni di cricca (Biennio 2007-2009), Enzo Tortora: processo a un uomo perbene (Biennio 2009-2011), Il caso Lauro (Biennio 2011-2013), I viceré di Napoli (Biennio 2013-2015).

Per saperne di più

www.unisob.na.it/inchiostro

 

 

 

 

 

 

 

fascisti Balbo, Bianchi, De Bono e De Vecchi durante il raduno fascista a Napol