Da Napoli a Napoli. La città  nei dipinti (foto) di Antonio Notari. Da domani, sabato 9 novembre, alle 18, al Centro studi Pietro Golia (Via Renovella 11 nei dintorni di Piazza Nicola Amore, Napoli). Aperta fino al 9 dicembre.
Classe 1940, napoletano che vive da oltre 30 anni a Sora, lo scultore e pittore torna dopo anni sotto il cielo di Partenope. Raccogliendo in questa esposizione tutta l’esperienza di mostre allestite in Italia e all’estero. Il critico d’arte Angelo Calabrese, che sarà presente all’inaugurazione, lo definisce un poeta del segno e del colore che rinnova nella creatività quell’esplosione lirica che investe le forme.
Spiega il curatore, Ivan Guidone: «La scelta del titolo non è assolutamente casuale:  Notari fa ritorno nella sua Napoli all’importante età di 79 anni, con la stessa forza creativa con la quale era partito da ragazzo, dopo essersi diplomato all’Istituto d’arte Filippo Palizzi.»
L’autore, infatti, si forma nell’ambiente culturale e artistico partenopeo. Allievo nella struttura scolastica in piazzetta Salazar (alle spalle di Piazza del Plebiscito) di Carlo Striccoli, frequenta la studio di Guido Casciaro dove apprende e sperimenta antiche tecniche tradizionali.
Frequenta l’Accademia di Belle Arti in via Costantinopoli quando vi insegnano anche esponenti della Scuola romana come Giuseppe Capogrossi e Alberto Zivieri.  Giovanissimo, inizia l’attività espositiva che prosegue partecipando a numerosi concorsi e rassegne d’arte italiane e straniere (Francia, Olanda, Nigeria, Stati Uniti, Giappone) conseguendo premi e riconoscimenti.
Per saperne di più
http://www.antonionotari.it/
https://www.facebook.com/centrostudipietrogolia/