Hare Krishna! Il Mantra, il Movimento e lo Swami che ha dato inizio a tutto. Uscito nelle sale cinematografiche italiane alla fine di gennaio, il documentario sarà presentato domani, venerdì 7 febbraio, alle  20 al teatro Galleria Toledo dei Quartieri spagnoli di Napoli dal regista John Griesser, con Amrita Hari dell’Iskon e la presenza dei sostenitori del movimento color zafferano dell’area campana. Introdotto da un intervento/omaggio di Gino Sansone, maestro dello Shri Vaishnava Ashrama di Napoli, Scuola di Yoga Integrale.
Al centro dell’opera, A. C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada, scrittore, traduttore e diffusore instancabile di testi vedici (così come trasmessi dagli insegnamenti del grande mistico Caitanya Mahaprabhu), ma soprattutto maestro spirituale e fondatore dell’Associazione internazionale per la coscienza di Krishna, che viene considerato una delle incarnazioni del dio Visnù.

Il film è un bio-pic che racconta la nascita e l’evoluzione del movimento Hare Krishna, fondato nel 1965 nel piccolo ashram di un retrobottega del Lower East Side, tra la Prima e la Seconda avenue dell’East Village di New York, alla sua diffusione planetaria, grazie alla grande presa che ebbe nella comunità hippie a partire dall’adesione di influenti personalità della controcultura beat, quali Allen Ginsberg e George Harrison (foto), con il quale sviluppò un legame profondo e del quale fu uno dei guru prediletti.
Meditare cantando i mantra della devozione, essere vegetariani, essere fedeli nel matrimonio tra i principi di un movimento che conta molti discepoli anche in Italia.
L’incontro rientra nelle serie di appuntamenti dedicati da Galleria Toledo al cinema. Dopo la proiezione, un breve momento di meditazione collettiva e una festa nel foyer: al pubblico verrà offerto  un Prasad di tea e dolcetti, insieme con il Kirtan, le danze e i canti dedicati al nome di Krishna.
Per saperne di più
https://galleriatoledo.info/
 

RISPONDI