Un debutto da coppia, quello della pittrice Anna Peter-Breton e e di suo marito, il produttore francese Pascal Breton. Oggi, sabato 23 ottobre, presenteranno “Voyage amoureux en Italie” all’Istituto francese di Napoli(via Crispi 86), in mostra fino al 30 ottobre.
Un’occasione per scoprire gli acquerelli dell’artista, il libro che riunisce le sue opere e i racconti appassionati scritti dal marito. Un inno alla bellezza tra i paesaggi verdi toscani, i vicoli veneziani e i tramonti accesi del Mediterraneo.

Vernissage dalle 17,30 e alle 20 ci sarà la proiezione della nuova serie prodotta da Pascal Breton: Around the world in 80 days.
L’esposizione approda a Napoli, sotto il sole della terra che ha cullato questo sogno artistico, dopo il debutto parigino alla Galerie Sarto .
È durante il primo lockdown, infatti, che nasce l’opera duplice: ogni giorno, Anna dipinge con gli acquerelli un luogo emblematico della penisola, inciso nella sua memoria (foto). Pascal, invece, usa le parole per evocare questo paese così amato.
Acquerelli, testi e poesie raccontano Venezia, Roma, Capri, la Sicilia… Tanti luoghi impressi nell’immaginario europeo che siamo invitati a rivisitare attraverso il loro sguardo.
E poi c’è la produzione seriale. Pascal Breton ne presenterà in anteprima il primo episodio di un’opera ispirata al romanzo Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne.
Al centro della storia, Phileas Fogg, un gentiluomo inglese che si propone di completare il viaggio in ottanta giorni. Accompagnato dal suo servo Jean Passepartout e da una giornalista, Abigail Fix, vivrà incredibili avventure durante uno straordinario viaggio a metà del XIX secolo. I tre ruoli principali sono interpretati da David Tennant, Ibrahim Koma e Léonie Benesch.

RISPONDI