Ricomincio dai libri”. Dal 4 al 6 ottobre. Anello di congiunzione tra chi fa cultura e chi ama fruirne. La kermesse rappresenta un nuovo inizio per il panorama editoriale, una festa, un momento di aggregazione, di scambio, di crescita culturale tra editori, autori e associazioni che avranno l’occasione di conoscersi ed entrare in contatto con il pubblico di amanti della cultura. Si vuol portare la cultura nei luoghi dove possono rappresentare un raggio di sole che altrimenti resterebbero in penombra.
È una fiera, una sfida, quella di portare i libri ai Quartieri Spagnoli. Non solo libri, ma ampia cultura. I Quartieri Spagnoli, già da tempo luogo non più associato alla criminalità o alla marginalità sociale, ma bacino vivo di esperienze socioculturali di alto profilo, diventerà nel primo fine settimana di ottobre la “zattera” dei libri, un’isola felice in cui si susseguiranno eventi editoriali, attività ludiche e laboratoriali per grandi e piccini.
Si è pensato ai Quartieri Spagnoli perché il senso della fiera è quello dello stare insieme, della cultura, che arriva proprio laddove manca, ed è lì che fiorisce nel migliore dei modi. Una fiera che nasce dal basso, a ingresso gratuito. Una fiera itinerante organizzata da un gruppo di giovani che hanno in comune l’amore per i libri e per la propria città.
Tre giorni di cultura “made in Naples” vedranno protagonisti numerosi autori che con le loro storie sapranno regalarci diverse emozioni. Si susseguiranno tanti eventi editoriali, attività ludiche e laboratoriali per grandi e piccini.
Tema della fiera di quest’anno èPrendiamoci cura”, ed è quello che fanno tutti coloro che vivono Foqus tutti i giorni. Prendersi cura entrando in sintonia con il mondo che ci circonda, con le persone che sono vicine, con le passioni e con noi stessi. Prendiamoci cura del nostro pianeta, di noi stessi, facendolo anche attraverso i libri e la condivisione dei momenti culturali. Cura dell’ambiente, ma anche cura della persona, cura dei rapporti umani, del costruire, del fare comunità.
E la Fondazione Foqus ai Quartieri Spagnoli, dove si svolge la manifestazione, è  un luogo che risponde in tutto e per tutto a questo tema perché dà la possibilità di portare la Fiera del Libro nel cuore di Napoli. Un luogo di rigenerazione urbana dove anche le famiglie hanno trovato il senso di comunità. Una comunità economica, produttiva, formativa, di servizi alla persona.
Foqus vuole sperimentare a Napoli un modo diverso di intendere le politiche sociali, promuovendole ad iniziativa privata, impostate su principi di cooperazione, sostenibilità effettiva, imprenditorialità civica, assunzione di responsabilità, nella convinzione che le prime forme di prevenzione dall’esclusione sociale siano la conoscenza, il sapere e la formazione, strumenti per una reale partecipazione attiva. L’obiettivo primario è il contrasto all’emarginazione e lo sviluppo socio-economico.
Un evento che vuol indurre a riflettere su come vivere il mondo che abbiamo. Un evento con scrittori di levatura nazionale, con associazioni che animeranno tutti e tre i giorni. Ricominciare stando insieme, ricominciare a portare cultura, rinascita, qualità.
Racconta Lorenzo Marone, direttore artistico della rassegna: «Noi di Ricomincio dai libri sentiamo la necessità di confrontarci su temi fondamentali di oggi. Riteniamo che sia dovere di ognuno sensibilizzare sulle storture e le ingiustizie del mondo. In tal senso abbiamo deciso di parlare in questa edizione di “cura”: prendersi cura del prossimo, di chi è vicino, di chi è visto – ahimè – come uno straniero; cura per se stessi, e per l’ambiente, la vera grande sfida che attende questa generazione. “Cura” anche per le istituzioni, che significa averne rispetto, e non pensare che tanto nulla potrà mai cambiare. “La sola cosa necessaria perché accada il male è che le brave persone non facciano nulla”, diceva Edmund Burke, filosofo e politico del Settecento. Ricomincio dai libri vuole FARE, grazie all’amore per i libri e la cultura, alla voglia di star insieme e condividere. “Prendiamoci cura” è il tema della nostra fiera, e dovrebbe essere anche il motto di una società diversa, di un nuovo modo di pensare, di vivere il quotidiano».
Dai migranti all’ambiente: diversi appuntamenti su accoglienza dello straniero, cura di sé e dell’altro, cura per l’ambiente e la nostra martoriata terra, cura per le Istituzioni. Non mancherà l’omaggio al Grande Luciano De Crescenzo, scomparso lo scorso 18 luglio. Le sale prenderanno i nomi dei personaggi e dei condomini del film “Così parlò Bellavista”.
Questo il ricchissimo parterre di ospiti della sesta edizione: Walter Veltroni, Vauro Senesi, Geronimo Stilton, Ernesto Galli della Loggia, Sergio Costa, Giulio Cavalli, Fabio Geda, Federico Pace, Maurizio De Giovanni, Nello Trocchia, Antonella Cilento, Luca Trapanese, Matteo Cerri, Ilaria Gaspari, Cristina Cattaneo, Marco Rizzo, Viola Ardone, Francesca Gorzanelli:
Andiamo a scoprire alcuni eventi. Venerdì 4 ottobre, dalle 10-11, alla Sala Accademia Belle Arti (2° piano) si terrà il laboratorio di fumetto junior (8-13 anni), a cura della Scuola italiana di Comix. Un’immersione nel mondo della narrazione disegnata per scoprire i segreti del linguaggio del fumetto, del disegno e della colorazione digitale, insieme a docenti di una delle più importanti scuole di riferimento internazionale nella formazione di professionisti del racconto e della comunicazione attraverso l’immagine. Dalle 10.30 alle 11.30, nella Sala Bellavista ci sarà l’incontro-dibattito con Francesca Gorzanelli e Stefania Divertito, “Diario di un viaggio a Chernobyl”. L’argomento Chernobyl rappresenta in toto il tema “cura del pianeta”.
Nel giardino ci saranno le attività per bambini (0-6 anni), a cura di “Nati per Leggere”. Un’iniziativa pedagogica e culturale che si propone di realizzare momenti di lettura a bassa voce, nello spirito e negli obiettivi del Programma Nazionale “Nati per Leggere”, con bambini e loro genitori o adulti di riferimento. Tra le proposte, un laboratorio per bambini (4 -12 anni), a cura di “Lib(e)ri per crescere”. E arriva anche la Biblio Ape, la biblioteca itinerante che gira in città per promuovere sul territorio l’educazione alla lettura di bambini e genitori.
Nella sala dell’ Accademia Belle Arti (2° piano) un’attività esperienziale (dai 18 anni), a cura di Dedalus Cooperativa Sociale. Human Library (libreria umana), leggere oltre le apparenze: con libri, lettori, bibliotecari e catalogo di libri viventi tra cui il lettore può sceglierne uno ed iniziare la comunicazione. E nell’area associazioni si terranno attività di videomaking, a cura dell’associazione Gioco, Immagine e Parole. Insieme agli operatori di questa associazione si proverà  a descrivere cosa significa leggere. L’associazione sarà presente durante tutte e tre le giornate di fiera con varie attività formative.
La sala Bellavista ospiterà l’incontro-dibattito “Vivere di cultura”: opportunità e difficoltà per gli operatori culturali a Napoli. Interverranno: Deborah Divertito, Presidente di Ricomincio dai Libri; Alessandro Polidoro, Presidente del Salone del Libro di Napoli; Giuseppe Gaudino, Giuseppe Miale di Mauro e Carmine Luino della Compagnia teatro NEST; Alessandra Thomas, Co-direttore Open House Napoli. Poi workshop di scrittura creativa (dai 14 anni), a cura dell’Associazione Culturale “Parole Alate”. Classici, romanzi contemporanei, saggi, poesie, ma anche diversi articoli di giornale o testi di canzoni (12.30 – 14.00 la Sala Accademia Belle Arti).

Qui sopra e in alto, due foto della Fondazione Foqus
Qui sopra e in alto, due foto della Fondazione Foqus

“Tomo tomo, cacchio cacchio”  è il libro di Luciano Galassi, a cura di Phoenix Publishing. che sarà presentato nella sala Cavalluccio Rosso. Il turpiloquio, questo linguaggio trasgressivo che riflette i nostri sentimenti più immediati di rabbia, rivalsa, volontà di offendere, ma anche strumento dialettico e persuasivo, arma di incursione e di difesa. Subito dopo, il testimone passerà all’arte ribelle della comicità, a cura di Sagoma Editore.
Sabato sera (5 ottobre) da non perdere l’incontro d’Autore “Così parlo De Crescenzo”, a cura di Pino Imperatore. L’omaggio di Ricomincio dai libri a uno dei più celebri uomini di cultura napoletani. Luciano De Crescenzo, scrittore, filosofo e uomo di spettacolo, ha lasciato un ricordo indelebile nel cuore di tutti i napoletani. Insieme a Pino Imperatore e ad altri amici di Luciano De Crescenzo, ricorderemo gli indimenticabili sketch del suo capolavoro più conosciuto “Così parlò Bellavista”, gli aneddoti e le storie per raccontare e rendere omaggio a colui che con spiazzante ironia e spirito sempre allegro ha raccontato Napoli e la napoletanità.
Domenica 6 ottobre, dalle 10 alle 21, spazio alla poesia, con l’associazione culturale “Poesie Metropolitane”. Durante tutta la giornata, saranno organizzati reading poetici e momenti di “raccolta poetica” in cui tutti gli interessati potranno lasciare o scrivere una poesia per conoscere il genere della “poesia metropolitana”.
Viola Ardone converserà con Antonio Menna a proposito del libro “Il treno dei bambini”, a cura di Einaudi Editore. Ci sarà un percorso di scrittura introspettiva. Un percorso in cui, attraverso esercizi di scrittura e analisi collettiva del lavoro svolto, si fanno emergere le emozioni più nascoste ed intime per prenderne al contempo consapevolezza. Scrivere può essere lo strumento adatto per connettersi con se stessi, per conoscersi e per recuperare un dialogo con la parte più inconscia di noi.
Non mancherà un dibattito sulla cultura dell’ambiente e il racconto delle buone prassi con il Ministro dell’ambiente, del Mare e del Territorio Sergio Costa e il direttore del tg1 Giuseppe Carboni. Introducono: Vincenzo Capasso, presidente “Let’s do it Italy” e Michele Gentile, libraio “Ex Libris Cafè” di Polla.
Arriverà anche Ernesto Galli Della Loggia che dialogherà con Rachele Furfaro e Titti Marrone sul libro “L’aula vuota”, a cura di Marsilio Editori. Una riflessione sui motivi del declino della scuola attraverso l’analisi dell’impatto deludente che hanno avuto le riforme succedutesi negli ultimi decenni. Durante l’incontro sarà reso omaggio a Francesco Durante, giornalista e scrittore napoletano recentemente scomparso, con letture tratte dai suoi libri a cura di Titti Marrone.
Lucia Soscia proporrà  “Sul filo del rasoio”, a cura di Chance Edizioni. Una raccolta di pensieri e di poesie dal sapore malinconico e decadente, che illustra una ricerca intensa e tormentata dell’autenticità della vita, dell’essenza del nostro esistere. Un progetto fotografico trasformato in un discorso poetico e riflessione su ciò che è vicino e intimo, su ciò che è distante come una verità lontana. È l’esplorazione di un teatro a cui ogni giorno assistiamo passivamente o partecipiamo attivamente.
Infermiera e operatrice umanitaria di Medici senza frontiere, Alessia Arcangeli sarà nel giardino per parlare del libro  “Intoccabili”. E il presidente della Fondazione Premio Domenico Ciruzzi spiegherà come “Curarsi con i libri”.  Tante le novità, tanti gli eventi, tanti gli ospiti. Ce ne sarà per tutti i gusti e le età.
La fiera ha ottenuto il patrocinio del Ministero dell’ambiente e della tutela del mare e del territorio.
©Riproduzione riservata
Per saperne di più
http://www.ricominciodailibri.it/