Respect. Ovvero lo sguardo rivolto agli altri. Trentenne e già pluripremiato, il fotografo napoletano Antonio Gibotta espone le proprie opere dal 22 dicembre al 20 gennaio 2019 nelle sale del Pan Palazzo delle Arti di Napoli in via dei Mille 60. A tagliare il nastro della esposizione, domani,  alle 11, insieme all’autore ci sarà il sindaco di Napoli Luigi de Magistris che Gibotta ha incontrato lo scorso anno in occasione del World press photo.
Sono 146 le immagini esposte in un evento curato da  Enrico Stefanelli e promosso dall’assessorato alla cultura e al turismo del Comune di Napoli.
Tra le sezioni della mostra,  quelle realizzate a Belgrado in Serbia (foto) dove, bloccati nel gelo, centinaia di migranti, per lo più afghani, siriani e iracheni, hanno trovato rifugio nei depositi abbandonati lungo la ferrovia a Belgrado. Molte scene rimandano a quelle deportati in Europa ai tempi della seconda guerra mondiale.
Poi c’è il viaggio della speranza: a Napoli, stazione centrale in una mattina frenetica come tante con treni in partenza fra cui anche il Treno Bianco, destinazione Lourdes. Non è un treno come tutti gli altri, nei corridoi dei vagoni si sentono voci di bambini, i loro pianti e le loro risate, preghiere sussurrate, brusii lenti  e soffocati.
Tra le altre storie, quella di Enzo, affetto da spasticità. E’ uno dei pellegrini più anziani dell’Unitalsi. La sua solitudine lo schiaccia giorno dopo giorno: è solo la forza della fede a farlo sentire amato, e mai abbandonato.
E ancora, la battaglia degli Infarinati del 28 dicembre a Ibi – in provincia di Alicante. È una festa in cui gli abitanti si dividono in due gruppi: un gruppo, gli Enfarinat (gli infarinati), simula un colpo di Stato; l’altro cerca di restaurare l’ordine. I due gruppi si sfidano a colpi di farina, acqua, uova e fumogeni colorati.
Al Pan, in questa occasione, saranno esposte anche le più belle foto dei 15 studenti dell’Istituto Francesco Morano di Caivano che hanno partecipato al progetto “Ri –scatta l’obiettivo” guidati proprio dal  giovane master che è Canon Ambassador del 2018. I ragazzi hanno imbracciato le macchine fotografiche, messe a disposizione da Canon, e hanno documentato il loro territorio difficile e complesso, per coglierne gli aspetti positivi.
Per saperne di più
antoniogibotta@me.com
www.antoniogibotta.com