Canova: non solo la mostra, ma anche un film.  Precederà infatti l’esposizione  prevista al Museo archeologico nazionale di Napoli in collaborazione  con l’Ermitage di San Pietroburgo (dal 29 marzo al 30 giugno) “Canova” di Magnitudo Film in oltre 250 sale italiane, per tre giorni, dal 18 al 20 marzo. E poi inserito nel grande evento partenopeo.  Al cinema dal 18 al 20 marzo 2019 (l’elenco delle sale aderenti è disponibile sul sito Magnitudo Film www.magnitudofilm.com/in-cinemas/).
Basterà conservare il ticket del cinema e mostrarlo alla biglietteria del Museo (Piazza Museo 19, Napoli) per ottenere una riduzione del 50% (biglietto intero euro 15, speciale “Canova al cinema” euro 7.50) L’offerta, valida per l’intero periodo della mostra, non è applicabile agli acquisti on line.
Curata da Giuseppe Pavanello, tra i massimi studiosi di Canova e organizzata da Villaggio Globale International, la mostra riunisce al Museo Archeologico Nazionale di Napoli, più di 110 lavori del grande artista e 12 straordinari marmi, grandi modelli e calchi in gesso, bassorilievi, modellini in gesso e terracotta, disegni, dipinti, monocromi e tempere, in dialogo con opere e collezioni del MANN, tempio della classicità.
Con il docu-film “Canova” di Magnitudo Film, sesto titolo della stagione “L’arte al cinema” distribuita in Italia da Magnitudo Film con CHILI, si ripercorre la storia, che a Venezia ha visto nascere il talento di Canova, passando per Francia, Inghilterra, Russia e soprattutto Roma, ma senza lasciare mai Possagno, paese natale dello scultore.
Le tecniche di ripresa 8K HDR rivelano dettagli poco conosciuti, raccontati dalla voce di chi conosce perfettamente i capolavori del maestro, Vittorio Sgarbi, presidente dalla Fondazione Canova di Possagno e Mario Guderzo, direttore del museo e della gipsoteca Antonio Canova di Possagno.
Tra i prestiti internazionali inseriti nell’evento espositivo,  anche l’imponente statua, alta quasi tre metri, raffigurante La Pace, proveniente da Kiev e l’Apollo che s’incorona del Getty Museum di Los Angeles.
In foto, Amore e Psiche di Canova