Sul palco, la musica di qualità. Per il Premio Botteghe d’autore che si svolge ad Albanella, in provincia di Salerno. Questa quattordicesima edizione è stata vinta dai Romito (foto) “Cos ’e niente” che si aggiudica anche il migliore arrangiamento.
La canzone, in lingua napoletana, è ispirata dal celebre monologo di Eduardo De Filippo tratto da “Peppino Girella”, scritto con Isabella Quarantotti, in cui lo stesso attore racconta le difficoltà dell’esistenza quotidiana nei “bassi” di Napoli e i tanti problemi che la affliggono.
Il perugino Olden, si aggiudica il Premio per il migliore testo con il brano “Il Clown”, mentre Sara Jane Ceccarelli, accompagnata al piano da Edoardo Petretti, vince il Premio per la migliore interpretazione, con il brano “La tua canzone”. I Malignis Cauponibus sono stati invece scelti da Carlo Mercadante per una futura collaborazione con la sua etichetta etica Isola Tobia Label.
Ha chiuso la serata il sodalizio artistico di Sollo&Gnut che ha regalato al pubblico momenti di rara intensità e bellezza con lo spettacolo “L’orso ‘nnammurato”.
«Sono veramente orgoglioso e soddisfatto racconta il direttore artistico Ivan Rufo – siamo riusciti a portare a termine un’edizione che, fino a qualche mese fa, era impensabile, e per questo ringrazio il pubblico presente, tutti gli organizzatori e i collaboratori, ma anche gli artisti, per aver rispettato ogni indicazione data dalle restrizioni anticovid. Un ringraziamento particolare va all’amministrazione comunale di Albanella, per esserci stata vicina, e a tutti gli sponsor che hanno permesso la realizzazione di questa edizione speciale».

RISPONDI