A Napoli, la musica classica riprende fiato e riparte in presenza. Il San Carlo apre le porte al pubblico con 33 spettacoli e 19 eventi che scandiscono la nuova programmazione, dal 14 maggio al 31 luglio 2021. E da domani, 23 aprile, ricominciano anche le visite guidate.
Nuovo inizio, dunque, da venerdì 14 maggio alle ore 19 con La Traviata di Giuseppe Verdi in forma semiscenica, con la regia di Marina Bianchi e la direzione di Karel Mark Chicon.
Indossa i panni di Violetta Valéry il soprano Ailyn Pérez che si alternerà con Aleksandra Kurzak, il tenore Leonardo Caimi condividerà con Ivan Magrì il ruolo di Alfredo Germont e George Gagnidze sarà Giorgio Germont.
Nel cast anche Mariangela Marini (Flora Bervoix), Michela Petrino (Annina), Lorenzo Izzo (Gastone), Nicolò Ceriani (Il barone Douphol), Donato Di Gioia (Il marchese d’Obigny), Enrico Di Geronimo (Il dottor Grenvil).  Repliche fino al 23 maggio. In calce la locandina completa.
Sabato 29 maggio ore 19.00 Juraj Valčuha dirigerà l’Orchestra del Teatro di San Carlo nella Sinfonia n. 2 in re maggiore op.73 di Johannes Brahms e in Langsamer Satz di Anton Webern.
Sabato 5 giugno alle 19 Josè Luis Basso dirigerà Carmina Burana di Carl Orff e domenica 6 giugno alle 18.00 è in calendario il recital del violinista Renaud Capuçon con al pianoforte Guillaume Bellom.
Per la stagione estiva, le rappresentazioni si spostano in Piazza del Plebiscito con le star internazionali della lirica: tra gli altri Elīna Garanča protagonista in Carmen di Georges Bizet (il 25 e il 27 giugno) e Anna Netrebko, Luca Salsi, Anita Rachvelishvili, Yusif Eyvazov impegnati ne Il Trovatoredi Giuseppe Verdi (il 15 e il 17 luglio) diretti rispettivamente da Dan Ettinger e Marco Armiliato.
Domenica 4 luglio, il balletto Da Petipa a Nureyev, a cura della nuova direttrice del Corpo di Ballo Clotilde Vayer mentre mercoledì 7 luglio Juraj Valčuha dirigerà l’Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo nella Suite n. 2 da Spartacus di Aram Khachaturian e nella cantata di Sergej Prokof’ev Alexander Nevskij Op. 78. Solista il mezzosoprano Ekaterina Semenchuk. Maestro del Coro Josè Luis Basso.
Ma dal 25 al 31 luglio si ritorna all’interno del teatro in compagnia dell’elisir d’amore di Gaetano Donizetti per la regia di Damiano Michieletto con la direzione di Riccardo Frizza. Protagonisti Rosa Feola (Adina), Xabier Anduaga (Nemorino), Gabriele Viviani (Belcore) e Nicola Alaimo (Dottore Dulcamara) e Francesca Benitez (Giannetta).
Nell’ambito del progetto Regione Lirica il San Carlo anche al Ravello Festival, mentre nei weekend, da domani, si svolgeranno di nuovo le visite guidate ogni venerdì, sabato e domenica, a partire da venerdì 30 aprile. Un’occasione imperdibile per scoprire la bellezza del Lirico più antico d’Europa e del Museo MeMUS.
In alto, il San Carlo fotografato da Mario Wurzburger

RISPONDI