Matilde Serao arriva a teatro con Il paese di cuccagna. In prima nazionale al San Ferdinando e prodotto dal Teatro stabile di Napoli,  dal 28 febbraio al 10 marzo 2019, per uno spettacolo firmato da Paolo Coletta.
In scena, Michelangelo Dalisi, Gennaro Di Colandrea Carlo Di Maio, Ivana Maione, Alfonso Postiglione, Antonella Romano, Federica Sandrini, Eduardo Scarpetta, Antonella Stefanucci, Anna Rita Vitolo. E i musicisti diOndanueve String Quartet Luca Bagagli, Andrea Esposito, Marco Pescosolido, Luigi Tufano. Un allestimento in cui svettano le scene di Luigi Ferrigno e i costumi di Zaira De Vincentiis.
Uscito a puntate sul quotidiano “Il Mattino” raccolte poi in un libro nel 1891, Il paese di cuccagna (ovvero la terra del benessere identificata nel gioco) è un affresco del capoluogo campano di fine Ottocento con cui la giornalista e scrittrice completa il percorso iniziato con Il ventre di Napoli Terno secco.
Protagonisti, Napoli, la sua gente e il gioco del Lotto. Il gioco come valvola di sfogo quotidiana e possibilità di riscatto, ma anche causa della rovina materiale e morale dell’individuo, deriva dei sogni di facile arricchimento.
  Un’inedita opera buffa contemporanea, grazie agli inserti musicali, che punta il dito contro lo Stato, gestore del gioco d’azzardo: nel testo elaborato da Coletta prende il volto del giovane tenitore di banco lotto Crescenzo.
Per saperne di più
www. teatrostabilenapoli.it