Maria la bailadora, la gitana che si finse uomo per amore e si imbarcò sulla nave ammiraglia per Lepanto. Nell’elegante cornice della biblioteca nazionale di Napoli (in piazza del Plebiscito, 1), giovedì 22 marzo, alle 17, il direttore Francesco Mercurio e Alessandra Calvo, presidente dell’associazione culturale Soup, coordinati dalla giornalista Diletta Capissi, presentano il libro d’artista che ha per protagonista la giovane ballerina di flamenco.
Scritto dalla giornalista Armida Parisi, al suo esordio narrativo, e illustrato dalla talentuosa Daniela Valentino, è la rivisitazione di un episodio storico che narra le gesta e il coraggio di una donna innamorata. Con un intreccio a più voci, tra parole e musica, tra storie e passioni, si attraverseranno le pagine e l’ispirazione del racconto. Le attrici Imma Villa e Annalisa Direttore leggeranno alcuni brani tratti dal libro. Previsto anche un commento musicale alla fisarmonica di Alfredo Di Martino. L’ingresso è gratuito.

Biblioteca Nazionale di Napoli\ ilmondodisuk.com
In foto, in alto, particolare dell’illustrazione della copertina del libro, qui sopra, la Biblioteca Nazionale di Napoli

“Maria la Bailadora alla battaglia di Lepanto”, è un progetto editoriale nato dalla collaborazione di tre donne: l’architetta Paola Pozzi che ha lanciato l’idea e ha scritto la prefazione, l’artista Daniela Valentino che ha disegnato le tavole provando a dare corpo e contesto alla leggenda della Bailadora e la giornalista Armida Parisi (responsabile del settore cultura del quotidiano Roma).
Siamo nel 1571. C’è una battaglia da combattere. Maria è una giovane zingara fuggita dalla cattolicissima Spagna di re Filippo II. È qui che sua madre è stata bruciata come strega quando lei era ancora bambina. Con sé non ha nulla fuorché i ricordi. Arriva in modo fortunoso a Napoli dove incontra un giovane capitano in partenza per l’ultima crociata contro l’impero ottomano. Nasce un amore immediato e travolgente. Nonostante il divieto di Papa Pio V di imbarcare donne sulle navi, Maria si traveste da archibugiere e, grazie alla seduzione della sua danza, riesce a convincere il comandante in capo della flotta della Lega Santa, don Juan de Austria, ad accoglierla sulla Real, nave ammiraglia cui è stato assegnato il suo uomo. Qui darà prova di grande valore contribuendo attivamente alla vittoria.
Il volume (46 pagine, 10 euro), edito dall’associazione culturale Frame Ars et Artes, (presieduta da Pozzi che, nello spazio di Corso Vittorio Emanuele 423, punta a divulgare l’arte contemporanea promuovendo giovani talenti emergenti), è corredato di 18 disegni a colori realizzati dall’artista napoletana Daniela Valentino. Le 18 tavole originali in china e acquarello, di dimensione 30×40, sono state riprodotte su carta di pregio in edizione limitata e raccolte, insieme al libro, in un elegante cofanetto (prezzo 30 euro).
La battaglia di Maria non è solo quella di Lepanto, ma anche quella di una donna che sceglie di amare chi le pare e come le pare. Una vicenda appassionante, un amore senza tempo che riflette tutte le implicazioni e le emozioni del presente. E’ la storia di una donna abituata a combattere fino in fondo con una determinazione tale che la porta a raggiungere anche gli obiettivi più difficili grazie alla sua arte, ma come scrive l’autrice: “Tutto è possibile se una donna innamorata balla il flamenco”.

Armida Parisi. Giornalista, responsabile del settore “Cultura” del quotidiano Roma. Si occupa in particolare di arte, letteratura e teatro, tenendo d’occhio tutto quanto avviene nel variegato universo culturale cittadino. Ha curato la pubblicazione di due raccolte di racconti pubblicati dall’editore Homo Scrivens e partecipato, in qualità di relatrice o moderatrice, a numerose presentazioni di libri e diversi convegni organizzati da università e associazioni cittadine.

L'autrice del racconto Armida Parisi\ ilmondodisuk.com
L’autrice del racconto, Armida Parisi

Daniela Valentino. Giovane artista napoletana, laureata in Scenografia all’Accademia di Belle arti di Napoli e in Comunicazioni di massa a New York. Si forma negli studi dei maestri napoletani fratelli Mazzella, concentrandosi sull’anatomia umana e sull’espressione del copro, che sarà sempre alla base della sua arte. Espone le sue opere in numerose collettive e personali tra cui: “Trasparenze” allo spazio Frame Ars/Artes, “Parvenze” alle Scuderie di Villa Favorita a Ercolano e allo storico negozio per le belle arti “Gino Ramaglia” in via Broggia, nel cuore di Napoli.

L'artista Daniela Valentino\ilmondodisuk.com
L’artista Daniela Valentino

Per saperne di più
La presentazione
“Maria la Bailadora alla battaglia di Lepanto” di Armida Parisi
(la drammatizzazione del libro è stata messa in scena da Giorgia Palombi, in una suggestiva interpretazione, nel dicembre scorso al Museo del mare)
Biblioteca nazionale di Napoli
piazza del Plebiscito 1
Giovedì 22 marzo 2018, ore 17
Ingresso libero